Di sicuro una danza non sconfigge tutto ad un tratto la violenza.

Ma quello che ho visto ieri a Milano di sicuro mi ha fatto comprendere che cambiare si può, si deve.

La piazza era piena di sciarpe, cappelli, e parrucche rosse.

La piazza era piena di ragazzi e ragazze.

Sì di quei giovani che sono il futuro e da cui deve partire il cambiamento.

Noi dobbiamo dare loro una mano a fare in modo che la società cambi, che la cultura si trasformi.

Vedere questi ragazzi ballare vicino a me mi ha commosso.

E ridato speranza.

Una fotografia per tutte spiega il senso dell’evento di ieri.

partecipo

Partecipazione è anche prendere coscienza di un problema troppo spesso sottovalutato.

Un problema che ogni giorno uccide, stupra, fa violenza a milioni di donne in tutto il mondo.

E allora: Non smettiamo di ballare, non adesso.

Fino a quando la violenza non cesserà.

 

 

 

Annunci