Non so se sia giusto o meno.
Ma non ne voglio più sapere nulla di questa politica.
Dopo la mossa di oggi e quelle che purtroppo prevedo di vedere nel futuro, mi dispiace, non ne voglio più sapere nulla.
Sono andata a votare con angoscia e controvoglia.
Convinta che fosse mio dovere scegliere, decidere chi mi dovesse rappresentare.
E oggi quello che vedo non mi sembra rappresenti l’esito del voto.
Mi dispiace, ma per un po’ non voglio più sentire la Politica.
E per Politica intendo quella dei palazzi, quella degli inciuci, quella che ha molto da perdere e poco da guadagnare se si dovesse andare a votare.

Lo faccio per me, per il mio fegato.
Che i nervi a me servono, devono reggere situazioni certo più angoscianti rispetto ai giochini di palazzo.

Molto probabilmente era questo che volevano.
Portarci allo sfinimento.
Ma è solo un arrivederci.

Tutto cambia e prima o poi anche questo schifo cesserà.

Annunci