20131013-095748.jpg

Che belli questi sondaggi della domenica.
Sondaggi a cui io non potrei mai dare una risposta, in quanto per me e per il tipo di vita che conduco non sorgerebbe nemmeno la possibilità di tornare al lavoro dopo una settimana dal parto.
Come me, credo molte altre donne che conosco.
Tornare al lavoro dopo tre o sei mesi richiede già uno sforzo economico non indifferente.
Non tutte le donne hanno genitori a cui affidare i figli durante l’ora di lavoro.
Con l’innalzamento dell’età pensionabile questo poi nel futuro diventerà un problema di tutti.
Penso a mia sorella, che ha tre figli e che se non avesse avuto i miei genitori e i suoi suoceri, in pensione da alcuni anni, molto probabilmente avrebbe dovuto abbandonare il lavoro.
La retta di un asilo nido coincide con buona parte di uno stipendio.
E questo spesso porta ad effettuare delle valutazioni e delle scelte pesanti.
Sono contenta che Michelle Hunziker possa scegliere di tornare al lavoro senza avere la spada economica sulla testa.
Sicuramente avrà anche la possibilità di portare la figlia con sé.
Questo per una lavoratrice dipendente come me non sarebbe mai possibile.
Quante volte vedo le mie colleghe fare salti mortali per trovare qualcuno a cui affidare i figli quando l’asilo o la scuola chiudono.
La vita non è tutta rose e fiori.
E certi sondaggi li eviterei a priori.
Soprattutto se ci si chiama Donna Moderna.

Ps:in questo post non entro nel merito della scelta emotiva.
Su quello dovrei scrivere 20 pagine.

Annunci