Era da molti anni che non vedeva un cielo così pieno di colori.
Erano passati troppi attimi, uno in fila all’altro, immersi nel nero più totale.
Aveva vissuto così Anna.
O forse non aveva vissuto.
Si era ripromessa di non rifare gli stessi errori, fatti dai suoi genitori e poi pagati da lei.
Si era detta che non le sarebbe successo.
Non sarebbe finita in una storia al limite della malattia.
Non sarebbe scesa a compromessi.
Questo si era detta, tanti anni fa, quando dalla camera sentiva i suoi sputarsi addosso tutto l’odio del mondo.
Questo a me non capiterà mai, si ripeteva mentre abbracciava forte suo fratello.
Questa non sarebbe stata la sua vita.
Questo si ripeteva Anna mentre usciva di casa, con in mano un sacco nero e le chiavi della macchina.
No, questo non è il mio destino.
Davanti agli occhi una catena con alcuni anelli rotti.
Non ci aveva mai fatto caso prima, nel varcare quel cancello.
Gli ultimi li avrebbe fatti saltare lei.

Annunci