È un po’ che non scrivo.
Mi manca moltissimo il mio tempo.
E stasera me ne prendo un po’ per parlare del mio eroe.

Il mio eroe ha un cuore grande ma da un po’ di tempo a questa parte anche un po’ fragile.
Il mio eroe è il più grande battutista del secolo.
Il mio eroe sai che c’è anche quando non lo senti.
Il mio eroe è colui che pensa che tu abbia otto anni anche se hai quasi raggiunto la soglia degli anta.
Il mio eroe non ti fa mai un complimento, ti scherza sempre ma in fondo sai che ha stima di te.
Il mio eroe è quello che non ti chiama mai ma ogni sera chiede alla sua consorte se ti sei fatta sentire.
Il mio eroe è quello che non ti vuole vedere piangere, che se potesse caricherebbe sulle sue spalle i tuoi attimi di normale infelicità.
Il mio eroe è l’unico uomo che ha avuto il permesso per tutta la vita di chiamarmi Martona .
Il mio eroe è colui che ti ricorda che domani è la sua festa.

Il mio eroe è lui, il mio papà.

Annunci