IMG_1753.JPG

È arrivata saltellando 4 mesi fa.
Tre settimane prima ero stata attirata da un lamento strano.
Lei e il suo fratellino giacevano sulla fioriera che si vede affacciandosi dal balcone di casa mia.
Poi per qualche settimana non li avevo più rivisti.

Fino a quando:

IMG_1723.JPG

E da quel giorno è stato amore.
Batoo si è avvicinata piano piano ma una volta trovata la strada per casa mia ha iniziato ad arrivare le sere per farsi coccolare.
Il fratellino invece no, scappava non appena ti avvicinavi.

IMG_1797.JPG

La prima volta che le ho dato del cibo si è praticamente buttata nella ciotola.
Dopo quella sera poi ha iniziato a stare con me qui a casa.
Il fratellino non ne ha voluto sapere, era terrorizzato.
Ha continuato a stare dalla mia vicina, che si prende cura amorevolmente di una colonia di gatti.

IMG_1892.JPG

Dopo qualche giorno, dopo che ci siamo adottate a vicenda, l’ho portata dalla veterinaria.
L’ha trovata in buona salute ma in seguito all’esame delle feci è risultato che era piena di parassiti.
Gli occhietti hanno cominciato a peggiorare.

IMG_1973.JPG

Per due settimane le ho dato per bocca un farmaco contro i coccidi.
Nel giro di 20 giorni abbiamo fatto la cura contro gli ascaridi.
Gli occhi però, dopo aver avuto un leggero miglioramento, sono di nuovo peggiorati.
Dopo il secondo richiamo del farmaco contro gli ascaridi per due giorni ha vomitato vermi.
Ho pensato che morisse. Era veramente deabilitata.
Vedevo e sentivo più la veterinaria che la mia famiglia.
Ma è a lei che dobbiamo dire grazie, perché dopo la cura con l’antibiotico per combattere la deabilitazione, e la pomata che le mettevo tutti i giorni, gli occhi si sono puliti e Batoo ha iniziato la sua seconda vita.
Mentre lei si riprendeva, il fratellino non ce la faceva.
La mattina della giornata in cui è morto, è sceso dalle scale.
Rimango dell’idea che sia sceso a salutare Batoo.
Mi chiedo ancora oggi se ci sarebbe stato un altro finale se avessi insistito nel tenerlo qui, nel farlo affezionare.

IMG_1965.JPG

Dopo la ripresa è diventata un’arrampicatrice.
Ha iniziato a passare da momenti di giocosità al limite della follia a momenti da mille fusa.
Ha imparato anche a dare i baci.
Si avvicina alla faccia e tira fuori la linguina ruvida.

IMG_1852.JPG

IMG_2560.JPG

Una sera di agosto ho avuto una crisi emotiva.
Ero sul divano, lei sulla mia pancia e hanno iniziato a scendermi le lacrime.
Si è avvicinata al volto , ha alzato la zampina e me l’ha appoggiata sulla guancia.
Mi ha guardato come a dire: Va tutto bene.

IMG_2364.JPG

Ha passato qualche giorno al lago con me e i miei nipoti, che si sono innamorati di lei.
E intanto ogni giorno cresceva sempre più.
L’ho lasciata una settimana a casa di mia sorella, che l’ha curata con tanto amore. Al mio ritorno mi è sembrata immensa.
In effetti dopo 4 mesi ormai è così.

IMG_2704.JPG

La vedo felice e serena.
O forse è così che vedo me.
Ci siamo trovate io e Batoo.
Io che mai sarei andata alla ricerca di un animale da accudire, lei che invece aveva bisogno di me.
Io ci sono stata, l’ho aiutata.
Ma adesso è lei che c’è per me.
Mi sta dando molto più di quello che le ho dato io.
Mi ha donato pace e serenità, mi ha insegnato a prendermi il mio tempo.
E non posso nemmeno contare le risate perché quando ci si mette è veramente buffa.

IMG_2666.JPG

È la mia Batoo.
E non è vero che i gatti se li chiami con il loro nome non arrivano.
Lei appena la chiami ti guarda e ti viene incontro, a volte delicatamente, a volte saltandoti con forza in grembo.
Proprio come pochi minuti fa.

Al prossimo aggiornamento.
Buonanotte, Miao.

IMG_2653.JPG

Annunci