L’altro giorno sentivo prendere in giro la ragazza che difendeva il ragazzo che le ha buttato addosso l’acido.”Ma quanto può essere deficiente questa? Ma non è mica finita etc etc”

Mi piacerebbe sapere da queste ragazze se hanno mai vissuto dei momenti di fragilità, in cui magari sono incappate nell’uomo con tratti marcatamente narcisisti che è in grado di farti credere di essere la donna più importante del mondo e che nello stesso tempo ti manipola a tal punto da farti perdere la tua identità.

Perché care mie donne che giudicate questa ragazza che non accetta la realtà, la vita purtroppo non è fatta solo di abiti bianchi, di fiori colorati e di riso sui vestiti.

A volte succede che le persone più fragili siano preda degli uomini peggiori (e il narcisista è uno della peggior specie).

E sono contenta per voi che non vi sia capitato perché è un’esperienza che nessuna dovrebbe vivere.

Colpevolizzare persone in uno stato di fragilità emotiva non aiuta nessuno, anzi peggiora le cose.

Vorrei sapere inoltre quante mamme consiglierebbero alle figlie in difficoltà un percorso psicologico. Nessuna o poche ve lo dico io.

E qui sta il problema.

Perché finché non capiremo che il riscatto parte da noi stesse e che a volte ci sono situazioni nella vita in cui vi è necessità di un lavoro che scavi nell’anima, non ci salveremo mai da sole.

Non bisogna avere vergogna di chiedere aiuto e ogni mamma dovrebbe essere in grado di indirizzare la figlia verso il percorso migliore.

Senza vergogna, senza paura.

Annunci