Cerca

lamartocchia

Sono figlia del cammino, la carovana è la mia casa (Amin Maalouf)

Categoria

Donne

Mi sono rotta le ovaie

Cosa avrebbe dovuto fare Pamela Anderson?

Farsi mummificare e rimanere quella di 20 anni fa?

Queste gallerie e questi post ad hoc che confrontano il prima e dopo delle persone (guarda caso sempre donne) hanno veramente rotto le ovaie. 

Mi piacerebbe sapere se le mogli, compagne, fidanzate di chi pubblica gallerie o post di questo tipo negli anni rimangono sempre fisicamente uguali a se stesse; o se invece cambiano come tutte noi donne nate e cresciute sul pianeta terra.

Ne avrei proprio piene le scatole di questi post sottili che invitano subdolamente a commentare con toni del tipo O mio Dio come è invecchiata, O mio Dio che ne è stato della Pamelona versione Bay Watch.

Ce la si può fare a uscire dal tunnel delle gallerie scadenti, di raffronti tra il prima e dopo.

Basta alzarsi la mattina, guardarsi allo specchio e mettere vicino una foto dei nostri vent’anni.

È naturale, non preoccuparti.

Quelle rughe sono la tua vita.

Quelle degli altri lasciale dove sono. Non sono affari tuoi, non sono cose che devono interessare all’ umanità.

Le mie donne (non quelle di Adinolfi)

In questi giorni stavo pensando alle storie di noi donne.
Tante storie diverse che vedo scorrere davanti ai miei occhi come frammenti di un film.
Tante donne granitiche la cui forza è un incastro di pezzi di cristallo.
Donne che ce la mettono tutta ma che quando capiscono che è troppo sono capaci di fermarsi e cambiare direzione.
Donne che spesso danno più di quel che possono dare ma che non si sottomettono a nessuna figura.
Donne caparbie, tenaci, a volte dure.
Donne fragili, emotive, a volte sentimentali.

Sono le mie donne, quelle che ogni giorno mi passano davanti, quelle che fanno un pezzo di strada insieme a me.

Sono le donne in cui mi riconosco, in cui vivo, respiro.
Sono il mio io, le mie contraddizioni, sono quello che vedo nello specchio ogni mattina.

Sono le donne che non accettano di scendere a compromessi, che sbagliano e non rinnegano i loro errori.

Sono le donne che cadono, che si alzano e poi cadono e poi si alzano di nuovo.

Sono le mie donne, un punto, l’infinito.

2015/01/img_3604-0.jpg

Brave e belle. Anche basta. Lettera ad Alessandra Moretti.

bellezza

Ma che du palle cara Moretti.

Che du palle davvero con questa storia del brave e belle.

Mi scusi eh se io ho altre cose a cui pensare.

Mi scusi eh se non me ne frega una mazza della sua tinta, di quante volte va dalla parrucchiera, se porta i suoi figli in bici, etc etc.

Mi scusi eh se conosco donne che sono talmente brave, capaci e competenti che il loro aspetto fisico vola direttamente in secondo piano.

Mi scusi eh se non la comprendo, se mi annoia quando parla, se credo che grazie (e accidenti) alla sua candidatura la Lega si terrà nuovamente il Veneto.

Mi scusi eh ma mi faccia un piacere. La pianti con le sue colleghe di tirare in ballo la Bindi e i suoi capelli grigi.

Mi sembrate tali e quali a Berlusconi.

E non credo, Patto del Nazareno a parte, che questo vi possa fare piacere.

Violenza, indifferenza ed omertà

opera di Tiziana Rinaldi
opera di Tiziana Rinaldi

Se questa vi sembra una vicenda che può passare sotto silenzio, siete capitati nel luogo sbagliato.

La violenza non è mai giustificabile e il silenzio e l’omertà devono essere sempre condannate.

Sono venuta a conoscenza di quello che è capitato a questa ragazza di 26 anni grazie a Doriana Goracci che ne ha scritto qui con questo titolo che dice già molto.

Non hanno visto niente (mentre accade a Napoli a una giovane gattara…)

Questa la vicenda nel dettaglio

Fonte:http://www.ildesk.it/newslong.php?id=11243

Materdei: porta il cibo ad un gatto, 26enne picchiata selvaggiamente

La sua “colpa” era quella di prendersi cura di un felino, a via Bartolomeo Caracciolo: padre, madre e figlia si sono scagliati contro di lei, prognosi di 8 giorni, capelli strappati alla radice

NAPOLI. Aggredita e picchiata selvaggiamente perché “colpevole” di aver dato da mangiare ad un gatto. E’ successo venerdì sera a Materdei, a via Bartolomeo Caracciolo: la vittima è una giovane praticante avvocato 26enne, F.D.V.. Appassionata di gatti e ben conosciuta nel quartiere per questo suo particolare impegno, si cura di raccogliere i felini ammalati e di trovar loro una sistemazione. Venerdì sera era uscita di casa per portare un po’ di pasta ad una gatta che vive nella zona: erano quasi le 21, quando la 26enne ha incontrato una donna con la quale aveva già avuto un diverbio in passato, sempre “a causa” dei gatti. La giovane ha raccontato di aver prima ricevuto minacce dalla signora, poi è giunto il marito a bordo di un’auto, che ha iniziato a discutere (ancora in toni pacati) con la 26enne: la tensione è salita ben presto, tanto che la giovane ha deciso di chiamare (per ben due volte) la polizia, che non poteva intervenire per mancanza di personale. L’uomo addirittura si è intromesso nella telefonata invocando a sua volta l’arrivo del 113 a causa della giovane, “colpevole” di volersi prendere cura di un gatto.
Poi la situazione è trascesa: la 26enne ha riferito di aver ricevuto uno schiaffo all’orecchio dalla donna, che le ha tirato i lunghi capelli con foga, il marito poi l’ha buttata in terra e la donna le ha sbattuto la testa sull’asfalto mentre l’uomo le assestava un calcio alle costole. In quel momento, sempre secondo il racconto fatto dalla giovane, sono intervenute anche le figlie della coppia, adolescenti, ed una delle due ha cominciato a prenderla a pugni in testa.
Il tutto nella totale indifferenza dei passanti, mentre le sono stati addirittura strappati i capelli alla radice. Violenza feroce, spropositata, senza motivo: la vittima ha avuto una commozione cerebrale, degli svenimenti, ha fatto una tac, ha le costole incrinate, è naturalmente traumatizzata per quanto successo ed ha avuto una prognosi di 8 giorni. Gli agenti del commissariato di Montecalvario hanno raccolto anche la versione della famiglia, opposta a quella fornita dalla vittima, che non ha potuto giovarsi dei testimoni della zona che “non hanno visto niente”. E dopo l’aggressione, prima dell’arrivo della polizia (necessaria una terza telefonata) e dell’ambulanza (che nessuno aveva chiamato), la 26enne ha raccontato di esser stata avvicinata da una persona, che le avrebbe “consigliato” di dire agli agenti che era semplicemente caduta a terra facendosi male da sola. Lei ha denunciato tutti.
Gennaro Acunzo

C’è ben altro sulla terra

È vero, c’è ben altro sulla terra.
E se ci si pensa è veramente triste che alcune persone lo scoprano solo quando conoscono il dolore.
Maria lo sapeva che esiste altro, non aveva veramente bisogno di prove.
Nei suoi tweet c’era la bellezza e la passione per il suo lavoro.
C’era perché la prova è terminata ma Maria non è stata sconfitta.
Quando sai donare al mondo un sorriso, la tua dolcezza, la vita non finisce mai.
Ciao Maria.

IMG_2626.PNG

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Penny

Corri e salvati. Poi torna.

Franz is running

Above all, try something.

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

RASSEGNA FLP: materiali da testate generaliste su Freud, Lacan, la psicoanalisi

"... evitiamo di sacralizzare il testo, e lasciamoci piuttosto impregnare dall'opera, dato che quello di Freud è un pensiero in perpetuo movimento" (J.-B. Pontalis).

Polvere da sparo

Sono figlio del cammino, la carovana è la mia casa _Amin Maalouf_

WOMEN NOT AFRAID

“Siamo pervase dalla nostalgia per l’antica natura selvaggia. […] Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio.” C. P. E.

Due

No Blog

assolocorale

dum fata sinunt vivite laeti

lamartocchia

Sono figlia del cammino, la carovana è la mia casa (Amin Maalouf)

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

BatBlog

pensieri per resistere, idee per vivere. meglio.

DonneViola

Siamo Donne Viola, donne che non hanno bisogno di urlare e prevaricare per far sentire la propria voce nella società

perchénoblog

è una questione di domande

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: